il CAD flessibile come la tua azienda

Dopo evento: Planstudio Future Days

blogPlanstudioFutureDays3

Sono passati ormai alcuni giorni dai Planstudio Future Days e abbiamo avuto tempo di raccogliere tutte le idee e gli stimoli emersi in questi due giorni di incontro e scambio.

 

La grande partecipazione alle due giornate del 26 e 27 gennaio non è stata solo una soddisfazione per la nostra azienda e una testimonianza delle solide partnership che sono state instaurate.

 

È stato importante vedere la curiosità e l’interesse delle aziende presenti per le tecnologie di progettazione e ingegnerizzazione, lo sguardo al futuro per raggiungere l’eccellenza nel particolare settore dell’arredo su commessa e contract in generale.

 

Hanno partecipato aziende da tutta Italia e abbiamo avuto modo di vedere in prima persona il grande interesse a fare rete, a incontrarsi e a condividere le esperienze, creando anche occasioni di collaborazione fra utilizzatori dello stesso sistema di progettazione e gestione della commessa.

Progenio e MicroStation: una piattaforma unica 

Che cosa distingue Progenio e MicroStation?

Per prima cosa, è una piattaforma verticale per l’arredamento su misura e contract in genere.

 

Le caratteristiche tecniche della piattaforma, sono pensate esattamente per gestire le dinamiche e le necessità del settore dell’arredo su commessa.

La prima importante caratteristica è la grande flessibilità di progettazione della piattaforma, che consente di gestire progetti dalle forme molto complesse e non standard.

Un esempio è la parete poligonale che vedete in immagine, che ha richiesto l’utilizzo di mesh, modellazione 3D, superfici e spline, e che è stata semplicemente portata in produzione con Progenio, con la generazione automatica della documentazione esecutiva.

Qui puoi vedere il video di realizzazione della parete poligonale.

poligonalecut

L’unione di disegno parametrico e libero, permette una grande libertà e velocità anche in fase di modifica: proprio per questo la piattaforma è perfetta per le grandi realizzazioni di arredo contract, che devono tenere conto delle particolarità dei cantieri e degli impianti.

 

La gestione di progetti molto complessi è proprio un’altra prerogativa della piattaforma MicroStation e Progenio.

È infatti possibile aprire e gestire progetti di grandi dimensioni, come l’intero deck di una nave, e lavorarci in più progettisti contemporaneamente.

 

L’altro aspetto che è stato sottolineato è che con Progenio e MicroStation viene ribaltata la prospettiva del CAD tradizionale.

Si comincia lavorando dai volumi di ingombro e da questi andando nel dettaglio fino alla definizione dei singoli componenti.

Progenio è una vera e propria piattaforma di gestione della commessa che permette l’organizzazione e la fruizione dei dati di progetti di grandi dimensioni.

prospettiva

L’altra grande forza della piattaforma è inoltre la grande interoperabilità.

 

Il formato di MicroStation è infatti il .dgn, ma il sistema permette di lavorare in nativo in .dwg (lavorare direttamente in .dwg direttamente da MicroStation) e di importare ed esportare in più di 90 formati.

 

Si tratta di un fattore di importanza cruciale in progetti contract in cui è necessario comunicare con un grande numero di figure diverse (architetti, committenti, fornitori).

Una guida alla scelta del CAD più corretto per la tua azienda.

 

Con un focus per le aziende di progettazione e produzione di arredamento a commessa.

CopertinaEbook

La nuova release di Progenio

Il settore dell’arredo su misura/contract è in continua evoluzione.

Per questo investiamo energie e personale qualificato in ricerca e sviluppo, cercando di migliorare continuamente il nostro prodotto e di adattarlo alle esigenze del settore.

 

La nuova versione di Progenio a cui sta lavorando il nostro team di Ricerca e Sviluppo e che il software engineer Valerio Bamberga ha presentato durante l’evento, non nasce solo dalla necessità di collegamento a MicroStation CONNECT.

Il lavoro si sviluppo della nuova release è improntato a migliorare velocità, flessibilità, facilità di utilizzo e integrazione.

 

Proprio per questo il lavoro parte dalla riflessione sulle esigenze dei diversi utenti di MicroStation e Progenio: non solo il tecnico, ma anche l’industrializzatore e il project manager.

 

Attenzione verrà data ad esempio al tool di configurazione che deve permettere di inserire dati per un elemento o un gruppo di elementi, in modo semplice e preciso.

Nell’immagine vedete una semplice anteprima di quello che sarà il nuovo configuratore, che permetterà di selezionare e visualizzare gli elementi su cui si sta lavorando.

configuratore

Proprio per il controllo di alcuni parametri di configurazione, si implementeranno degli strumenti grafici che miglioreranno l’intuitività dell’operazione.

 

Si cercherà inoltre di rendere il più possibile autonoma la gestione della commessa, in modo che possa essere amministrata usando articoli esistenti e utilizzando limitatamente il CAD, per migliorare l’efficienza e la velocità.

 

L’utente sarà in grado di definire i diversi livelli della commessa, in modo da organizzare il progetto rispecchiando la modalità costruttiva.

 

Non si perde di vista inoltre l’importanza delle operazioni di post-produzione come il montaggio e la gestione della documentazione in cantiere. Con la nuova versione di Progenio ci si muoverà verso un’agevolazione alla consultazione della documentazione online, eliminando la stampa e dando la possibilità agli operatori di visualizzare il 3D dell’assieme, evidenziare o inserire delle note in modo intuitivo.

Una guida alla scelta del CAD più corretto per la tua azienda.

 

Con un focus per le aziende di progettazione e produzione di arredamento a commessa.

CopertinaEbook

Le foto dell’inaugurazione

È importante condividere con le aziende con cui collaboriamo le novità di prodotto e di sviluppo.

 

I Planstudio Future Days, in particolare, ci hanno permesso di condividere con i presenti anche l’inaugurazione della nostra nuova sede, che testimonia la crescita continua dell’azienda.

 

Grazie a tutti i partecipanti, qui trovate le foto delle due giornate del 26 e 27 gennaio.